Tutti i benefici dell’Esperidina

|

Esperidina: di che si tratta, dove si trova e quali sono i suoi benefici

Oggi vogliamo parlarti dell’Esperidina, un bioflavonoide particolarmente utile per l’organismo. Di seguito scopriremo insieme di cosa si tratta esattamente, dove è presente in natura e per quali usi è consigliata.

Cos’è l’Esperidina?

Si tratta di un bioflavonoide, e questo la rende parte di uno dei principali gruppi di polifenoli vegetali. Il termine bioflavonoide deriva dal latino flavus, ovvero “giallo”, proprio perché i bioflavonoidi sono i principali responsabili della pigmentazione di piante, frutti e fiori.
Può accadere che i bioflavonoidi sono anche conosciuti col nome più generico “Vitamina P”.

Esperidina e agrumi

La si può trovare soprattutto negli agrumi e, in particolar modo, nella loro buccia e nella loro polpa. Se ti è capitato di sentire la parola Esperetina, è perché questo è il termine con cui viene indicato Il suo aglicone, ovvero la parte non zuccherina del glicosido associato.

I suoi benefici

Secondo alcune teorie, l’Esperidina ha funzione di difesa all’interno delle piante che la contengono: serve infatti da antiossidante. Quando introdotta nella dieta umana, si è inoltre dimostrata un ottimo vasoprotettore, poiché aumenta l’efficienza del collagene e dei tessuti connettivi.

Studi su Esperidina e COVID-19

Sono attualmente in corso degli studi secondo i quali l’Esperidina, grazie alle sue proprietà benefiche, possa essere un valido aiuto per la profilassi e il trattamento dell’infezione da COVID-19.

Secondo una pubblicazione scientifica a cura di Yusuf A. Haggag, Nahla E. El-Ashmawy, e Kamal M. Okasha, l’Esperidina può impedire al Coronavirus di entrare nelle cellule ospiti attraverso i recettori ACE2 che possono prevenire l’infezione.

L’attività antivirale dell’Esperidina potrebbe quindi costituire un’opzione di trattamento per COVID-19 migliorando l’immunità cellulare dell’ospite contro l’infezione e la sua buona attività antinfiammatoria può aiutare a controllare la tempesta di citochine.

Rinforza il tuo sistema immunitario

Relativamente al virus COVID19, il sistema immunitario svolge ovviamente un ruolo molto importante, perciò è fondamentale rinforzarlo il più possibile.

L’Esperidina e gli integratori che la contengono possono aiutare in questo senso: è stato infatti dimostrata la sua utilità nella profilassi all’infezione SARS-COV2 e nei confronti delle relative vaccinazioni. Il protocollo suggerito indica le seguenti dosi:

Profilassi infezione SARS-COV2:

  • VIT. D3 > 5 gocce al giorno, non diluite
  • ZINCO – C > 1 compressa mattino e sera
  • PHILLANTUS > 1 cucchiaio 3 volte al giorno (da ottobre a febbraio/marzo)
  • E-emme > 1 cucchiaio mattino e sera (Cicli di 20 gg intervallati da 20/30 giorni di pausa)

Profilassi infezione SARS-COV2:

  • E-emme > 1 cucchiaio mattino e sera
  • ZINCO – C > 1 compressa mattino e sera
  • VIT. D3 > 5 gocce al giorno, non diluite
  • NITROSYG > 1 compressa mattino e sera
  • SURA-PIN > 60 gocce mattino e sera (Da 10 gg prima a 15 gg dopo la dose di vaccino)

I nostri integratori

L’Esperidina è presente in due integratori naturali Sygnum:

  • E-emme, una bevanda fermentata che contiene un mix microbico EM. Il professor Higa spiegò che in un microbiota in equilibrio la percentuale dei microrganismi benefici è molto piccola e ancora più piccola è quella dei patogeni, invece lì in mezzo la maggioranza dei microrganismi sono “neutri”. Sono proprio questi neutri, che sono quantitativamente i più abbondanti, che hanno la possibilità di far sì che il microbiota sia sbilanciato verso un equilibrio benefico.
  • NITROSYG, un prodotto che lavora sulla normale circolazione del sangue, sulla regolarità della pressione arteriosa, sul metabolismo dei lipidi, dei carboidrati e sulla digestione.