Ribes Nigrum

15,00

INGREDIENTI E TENORE GIORNALIERO: succo madre di Ribes nero (Ribes nigrum L.) gemme 1800mg, glicerina, alcool.
CONTENUTO: in flacone di vetro con contagocce, 50 ml.
MODALITÀ D’USO: 50 gocce per 3 volte al giorno.
È consigliata un’assunzione del prodotto per un periodo di 4-6 settimane.
EFFETTO FISIOLOGICO: drenaggio dei liquidi corporei, funzionalità delle vie urinarie, funzionalità articolare, benessere di naso e gola, regolarità del transito intestinale, funzionalità del microcircolo.

Questa pianta è nota per le sue proprietà sulle infiammazioni e allergie. Esse sono in parte legate alla sua azione di tipo cortisonosimile, dovuta a uno stimolo diretto sulla corteccia surrenalica, con conseguente aumentata produzione di
steroidi surrenalici. Inoltre è in grado di legarsi ai recettori per il desossicorticosterone (DOCA), un corticosteroide presente nell’uomo, svolgendo così un’azione simile a quella di questo cortisonico. Le sostanze principali per la sua azione terapeutica sembrano essere le proantocianidine, mentre gli acidi fenolici e i flavonoidi paiono svolgere un ruolo
meno importante. Questa pianta è in grado di inibire l’infiammazione con un’azione simile a quella dei salicilati.

Anche l’acido niflumico, un noto antinfiammatorio sintetico, ha un effetto molto simile a quello del ribes nero. L’azione antinfiammatoria di questa pianta non provoca però danni allo stomaco, a differenza delle sostanze appena citate. Le proantocianidine combattono la fragilità dei vasi sanguigni, mostrando quindi un’azione capillaroprotettiva, ormai ben dimostrata sia a livello del microcircolo retinico sia di quello periferico. Lo si utilizza tradizionalmente in caso di: infiammazione articolare, dermatiti, dermatosi, eczemi (anche topici), sindromi allergiche acute, sindromi infiammatorie (su mucose, apparato respiratorio, urinario, digestivo e cutaneo), congiuntiviti allergiche, riniti, riniti allergiche stagionali (sia le spasmodiche sia il raffreddore da fieno), allergie asmatiche, parotite, edema di Quincke, orticarie allergiche,
sensibilizzazione a farmaci, emicranie, cefalee.

Si è notato che i flavonoidi e gli antocianosidi sono dei validi antagonisti dei radicali liberi. I flavonoidi, e con loro molti fenoli (soprattutto i tocoferoli), reagiscono coi radicali liberi, limitando così i danni legati alla loro intensa reattività a livello dei fosfolipidi della membrana cellulare.

In caso di ALLERGIA: con COTURNA.
In caso di DERMATITI: con CREMA PRO-B5.
In caso di DOLORI E INFIAMMAZIONI ARTICOLARI: con ALKEKENGI e REUMA.