14,00

INGREDIENTI E TENORE GIORNALIERO: Artiglio del diavolo (Harpagophytum procumbens DC.) radice 1400mg, uova di quaglia (Coturnix coturnix L.) liofilizzate 650mg, Salice bianco (Salix alba L.) corteccia 650mg.
CONTENUTO: in pilloliera PET, 60 compresse da 500mg (30g).
MODALITÀ D’USO: 2 compresse prima dei 3 pasti principali.
EFFETTO FISIOLOGICO: ARTIGLIO DEL DIAVOLO: funzionalità articolare, funzione digestiva. SALICE: Funzionalità articolare, regolarità del processo di sudorazione, contrasto di stati di tensione localizzati.

ARTIGLIO DEL DIAVOLO: diversi studi clinici dimostrano come questa pianta possa ridurre i dolori nel paziente artrosico, con un tasso di efficacia che varia dal 42 all’85% a seconda del tipo di artrosi e della gravità dei sintomi. Il periodo di tempo necessario per il manifestarsi dell’effetto è di circa 7-8 giorni e raggiunge il massimo dopo circa 30 giorni. La letteratura scientifica indica anche che alti dosaggi sono sostanzialmente analoghi come efficacia ai comuni farmaci anti-infiammatori usati nella lombalgia cronica recidivante. La tollerabilità di queste dosi di estratto è discreta, con un’incidenza di effetti avversi di tipo gastrointestinale di circa l’8% dei soggetti trattati.

SALICE BIANCO: pianta tradizionalmente utilizzata per le sue proprietà anti-infiammatorie, antifebbrili e antidolorifiche, legate al suo contenuto in salicilati. Viene infatti usata nel trattamento sintomatico delle manifestazioni dolorose articolari e muscolari, negli stati febbrili, nelle malattie antireumatiche e da raffreddamento in genere, come antidolorifico in caso di cefalea, dolori dentari e dolori mestruali. Le sue azioni antidolorifica e antifebbrile sono dovute al blocco della sintesi di sostanze che favoriscono l’infiammazione per interferenza con gli enzimi destinati a produrle. Per valutare l’effetto dell’estratto secco titolato di salice su pazienti con osteoartrite è stato condotto uno studio su 120 pazienti con lombalgia che ricevevano, per bocca e per 4 settimane, un estratto secco titolato di salice capace di fornire 120 o 240mg di salicina al giorno o un placebo. Al termine del trattamento nel gruppo salice trattato con 240 mg di salicina il 39% dei pazienti mostrava assenza di sintomi, mentre questa percentuale scendeva al 15% nel gruppo che riceveva 120mg di salicina e al 6% nel gruppo placebo. Un buon numero di pazienti del gruppo placebo necessitava sporadicamente di tramadolo, un antidolorifico di sintesi, per calmare il dolore, mentre i soggetti del gruppo salice ricorrevano al farmaco molto più raramente. Un solo paziente del gruppo trattato con 240mg di salicina ha avuto una reazione allergica cutanea, e non sono stati registrati altri effetti collaterali.

In caso di DOLORI ARTICOLARI: con DOL GEL e BOSWELLIA.
In caso di TUNNEL CARPALE: con KARPOZ.
In caso di OPERAZIONI CHIRURGICHE: con EQUISETO.