Phillantus Niruri

13,50

INGREDIENTI E TENORE GIORNALIERO: Quebra pedra (Phillantus Niruri L.) pianta intera 2880mg.
CONTENUTO: in pilloliera PET, 80 compresse da 500mg (40g).
MODALITÀ D’USO: 2 compresse prima dei 3 pasti principali.
EFFETTO FISIOLOGICO: funzionalità apparato urinario, funzionalità epatica e metabolismo di carboidrati.

Nel 1990, il dottor Wolfram Wiemann (Nuremburg, Germania) trattò oltre 100 pazienti con calcoli renali con del phillantus niruri proveniente dal Perù e riuscì a eliminare pietre nel 94% dei casi. Nel 1995 ricercatori indiani hanno trattato soggetti umani con l’estratto in capsule di phillantus niruri per l’alta pressione sanguigna e hanno ottenuto una riduzione significativa della pressione sistolica e un aumento significativo nel volume dell’urina e dell’escrezione del sodio. L’effetto diuretico di questa pianta è stato registrato fin dal 1929.

Nel 1995 studi superiori effettuati su oltre 300 casi, hanno segnalato una riduzione significativa della glicemia nei soggetti umani studiati. In numerosi studi clinici si è rilevato che una sostanza contenuta nel phillantus niruri, l’acido ellagico ha la proprietà di inibire la riduttasi dell’aldoso (ARI) sostanze che possono portare alla neuropatia diabetica.

Sin dal 1960, il Phillantus niruri è stato oggetto di ricerca fitochimica per determinare i costituenti attivi e le loro attività farmacologiche. La pianta è una fonte ricca di principi attivi, alcuni trovati soltanto nel genere Phyllanthus. Molti dei costituenti attivi sono attribuiti ai lignans, ai glicosidi, ai flavonoidi, agli alcaloidi, agli ellagitannins ed ai fenilpropanoidi che sono biologicamente attivi e si trovano nella foglia, nel gambo, e nella radice della pianta.

Questa pianta quindi ha un’azione diuretica eccellente, coadiuvante nelle terapie diabetiche e rigenerante di tutto il sistema urinario. Emolliente per calcoli costituiti da fosfati e da ossalati, facilita quindi la rimozione in tutti i casi; risulta anche essere un ottimo rimedio per la costipazione intestinale e può essere usato per la prevenzione dei calcoli e la regolarizzazione del tasso degli acidi urici.

In caso di problemi epatici con BERBERIS.
In caso di ritenzione idrica: CIRCODREN.
In caso di problemi di pressione: OLIVO BIANCOPSINO.
In caso di acidi urici: con ALKEKENGI.