Biancospino

17,00

INGREDIENTI E TENORE GIORNALIERO: biancospino (Crataegus oxyacantha L.) fiori e foglie 320mg, alcool e acqua.
CONTENUTO: in flacone di vetro con contagocce, 50ml e 100ml.
MODALITÀ D’USO: è consigliato assumere 60 gocce in poca acqua 3 volte al giorno.
EFFETTO FISIOLOGICO: regolare funzionalità dell’apparato cardiovascolare, rilassamento e benessere mentale,  antiossidante, regolarità della pressione arteriosa.
PRINCIPI ATTIVI:

  • Procianidine oligomeriche (OPC) 1-3%.
  • Flavonoidi (iperoside, luteolina, vitexina-2-ramnoside, vitexina, quercetina, rutina, spireoside,rutoside) 1,5%.
  • Acidi triterpenici pentaciclici, acidi feonolcarbonilici.
  • Amine cardiotoniche, aminoacidi aromatici.
  • Beta-sitosterolo, viamina C, olio essenziale (0,16%).

Il fitocomplesso che rinforza il cuore e calma i nervi esercita azione tonica e moderatrice a livello cuore (tropismo
elettivo) e sistema nervoso, risultando particolarmente efficace nello squilibrio neurovegetativo.

A livello del sistema nervoso centrale (SNC) agisce come blando sedativo ad azione simpaticolitica. In uno studio clinico multicentrico, associato con altre specie ha evidenziato miglioramenti in soggetti con disturbi nell’umore e nel comportamento.

Tuttavia il Biancospino viene principalmente utilizzato per le sue proprietà a livello dell’apparato cardio-circolatorio ove il fitocomplesso esercita un effetto:

  • Inotropo positivo (aumento della forza contrattile cardiaca)
  • Dromotropo positivo (aumenta la conducibilità)
  • Batmotropo negativo (diminuisce la eccitabilità)
  • Cronotropo positivo o negativo (frequenza cardiaca)
  • Stimolante il flusso sanguigno coronarico e miocardico
  • Riducente la resistenza dei vasi periferici
  • Rafforzante la tolleranza del miocardio

L’efficacia del Biancospino sull’attività cardiaca è quindi da attribuire alla specifica azione vasodilatatrice coronarica ed alla attività inotropa positiva nonché alla regolazione del battito, della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa.

L’attività ipotensiva, moderata ma prolungata, appare sostenuta da un duplice meccanismo centrale: “aumento del tono dell’innervazione frenatrice cardiaca ed inibizione riflessa del tono di vasocostrizione”.

Il Biancospino è quindi un normotensivo: abbassa o eleva la pressione in soggetti rispettivamente ipertesi o ipotesi.

Indicazioni d’uso del biancospino:

  • Stati ansiosi, insonnia nervosa, distonia neuro-vegetativa, stress.
  • Palpitazioni, protezione del cuore senile, lieve bradicardia.
  • Lieve ipertensione essenziale ed iperlipemia.
  • Prevenzione e cura della insufficienza cardiaca.

In caso di PRESSIONE ALTA associata a COLESTEROLO: con COLESYG e OLIVO BIANCOSPINO.
In caso di PRESSIONE ALTA con INSONNIA: con PASSIFLORA.
In caso di PRESSIONE ALTA con ANSIA: con MELISSA.