Acerola pura

10,00

INGREDIENTI E TENORE GIORNALIERO: Acerola (Malpighia punicifolia L.) 2040mg (50% di vitamina C).
Composizione capsule: gelatina vegetale 100%.
CONTENUTO: in pilloliera PET, 50 capsule da 340mg (17g).
MODALITÀ D’USO: 2 capsule dopo i 2 pasti principali.
EFFETTO FISIOLOGICO: naturali difese dell’organismo, azione di sostegno e ricostituente, antiossidante.

È una pianta molto ricca di acido ascorbico (vitamina C), accompagnata da altri acidi organici. Importante è il contenuto di flavonoidi e soprattutto di antocianidine.
I frutti dell’acerola contengono anche vitamine B1, B2, B3, B5, B6, provitamina A e vari sali minerali tra cui ferro, calcio, fosforo, potassio, magnesio; in particolare, essi presentano il doppio di magnesio e di acido pantotenico rispetto alle arance e quasi la stessa quantità di provitamina A delle carote.
L’acerola è una pianta tipica della zona caraibica e del Brasile, è coltivata in altri paesi a clima temperato caldo.

  • Azione prevalente: antiossidante/antiradicalica;
  • Altre azioni: immunostimolante, antianemica.

La vitamina C è essenziale in molti processi ossidativi, ad esempio sintesi di collagene e di carnitina, e inoltre favorisce l’assorbimento intestinale del ferro. È importante anche per le funzioni del sistema immunitario, perché stimola il funzionamento delle cellule che difendono il nostro organismo dalle infezioni. L’acerola è particolarmente indicata per prevenire e combattere le sindromi influenzali, le malattie da raffreddamento e le infezioni del tratto respiratorio, oltre a stimolare le difese immunitarie e a risultare utile in tutti i casi di astenia, convalescenza e carenze vitaminiche.

Il fabbisogno giornaliero di vitamina C è di circa 60mg, dosi molto superiori sono richieste durante la gravidanza e l’allattamento, negli stati senili e nel decorso di malattie infettive. In alcuni gruppi di pazienti, come soggetti sottoposti a costante attività fisica e a climi freddi, la supplementazione con dosi di 1-2 g/die di vitamina C ha ridotto la durata e la severità degli episodi infettivi. La vitamina C inibisce la crescita dei tumori non perché previene il danno al DNA causato dai radicali liberi ma compromette la capacità del tumore di crescere in determinate condizioni.

In caso di SISTEMA IMMUNITARIO BASSO: con PHILLANTUS.
In caso di RAFFREDDORE: con ASPIDOS PLUS.
In caso di ANEMIA: con FERRO.
In caso di TERAPIE CON FARMACI: con EPA ABCD.
In caso di CHEMIOTERAPIA: con ALOE ARBORESCENS.